Torna all'Home Page
Dove siamo La Storia Mappa del sito
Contatti Adesioni Photogallery Uscite sul territorio
>> Chi Siamo
 
 

Negli ormai lontani anni sessanta, quando nacque il nostro Gruppo, parole ed espressioni come ecologia, ambiente, sviluppo sostenibile, separazione dei rifiuti urbani, qualità della vita, erano sconosciute alla gente comune. Eravamo negli anni del boom economico ed il consumismo invitava tutti a comperare, usare e …gettare.

Oggi, a distanza di 45 anni, quei termini sono sulla bocca di tutti, degli amministratori, degli studiosi e sui mass media. Avvenimenti che riguardano la natura, gli animali, la terra, appaiono sempre più frequentemente sui giornali o alla televisione, imponendosi alla nostra attenzione.

E’ senza dubbio un fatto positivo, poiché quanto maggiore sarà la presa di coscienza collettiva nei confronti di questi problemi, quanto più saremo disposti ad agire di conseguenza, anche a costo di alcuni sacrifici personali.

A dire il vero, però, oggi sentiamo molte parole, grandi progetti, molte dichiarazioni di buona volontà, ma non vediamo, sia da parte dei singoli che delle amministrazioni ai vari livelli, azioni dirette e soprattutto efficaci.

Quest’anno, il 2005, il Gruppo Naturalistico della Brianza festeggia il suo 45° compleanno: è nato negli anni della “beata incoscienza”. Sono passati molti anni da quando un piccolo gruppetto di amici, capeggiati dall’indimenticabile Giorgio Achermann, ha dato forma concreta al desiderio di fare qualcosa per proteggere il nostro patrimonio ambientale, per il quale si profilavano all’orizzonte gravi minacce.

Solo persone lungimiranti e di buon senso si accorgevano, in quegli anni, di questi tristi segni premonitori. Allora non esistevano le grandi associazioni ambientaliste che oggi riempiono le pagine dei giornali. Possiamo quindi dire che siamo stati dei veri pionieri in questo campo. E giustamente Achermann coniò in quegli anni il motto del Gruppo, tuttora valido: “Difendiamo oggi il mondo di domani”.

Oggi fortunatamente sono molte le associazioni che operano per la salvaguardia della natura; ma cosa ha contraddistinto e contraddistingue l’azione del GNB? Un criterio fondamentale sul quale basiamo il nostro operato è il realismo: non basta sentenziare genericamente “questo non si deve fare”, bisogna piuttosto proporre alternative efficaci e realizzabili. Non ci fermiamo mai alle “chiacchiere”, ma proponiamo fatti concreti. Ci rivolgiamo da sempre a due interlocutori: alla gente, perché conosca i problemi e si senta coinvolta, ed alle amministrazioni pubbliche, affinché intervengano in modo utile.

Il nostro interesse primario è nei confronti dei problemi di casa nostra, la Lombardia, perché li possiamo studiare, capire, ed aiutare a risolvere. E diamo molto peso alla cultura, alla conoscenza, alla diffusione di una corretta educazione ambientale. Proprio per questo fin dai primi anni abbiamo tenuto innumerevoli lezioni nelle scuole, organizzato incontri con altre Associazioni e mostre di interesse locale e generale, concorsi ed indagini nelle scuole, centinaia di uscite sul territorio, in Italia ed all’estero.

Molteplici sono state le azioni svolte in collaborazione con le Amministrazioni Regionali e locali, che si sono succedute in questi anni: tante si sono risolte in modo più che positivo, e le propagandiamo in piccole mostre, in modo che possano costituire esempio e stimolo per future azioni di pari importanza ed utilità.

Dopo tutti questi anni di intensa attività, viene per noi spontaneo chiederci se la nostra azione sia stata in qualche modo efficace e positiva, e se, almeno per la zona di maggiore influenza, la Lombardia a Nord di Milano, la Brianza, abbiamo agito bene. Se abbiamo operato in modo significativo sulla divulgazione della cultura ambientale e sulla protezione della natura, i due fini che da sempre ci prefiggiamo.

Lasciamo a Voi che visitate il nostro sito, la risposta. Saremo lieti di ricevere da voi commenti, adesioni, e molti suggerimenti.


Il Giorgio AchermannI FONDATORI

Chi è stato l’architetto di questa costruzione, l’iniziatore di questa incessante attività? E’ stato Giorgio Achermann: giornalista svizzero stabilitosi in Brianza negli anni 50. Di lui non si è molto parlato, ma è stato il vero protagonista della nostra storia. Achermann, e con lui i suoi amici della prima ora, tra i quali spicca la figura di Adolfo Rancati, è stato il creatore dell’associazione, il promotore della maggior parte delle iniziative, e, nella Brianza, il seminatore delle idee, il predicatore nel deserto, il precursore degli ambientalisti di oggi. E la Sua opera continua ancora, attraverso noi, che seguiamo i suoi ideali.

La nostra rivista Natura e Civiltà è stata da Lui fondata, redatta ed in gran parte scritta, impegnando la sua grande esperienza giornalistica. La sua passione per la natura ha fatto si che questo periodico sia stato per moltissimi anni una importante guida per gli insegnanti che da essa traevano spunti (scientificamente esatti) per le loro lezioni sulla natura. Oggi altri redattori hanno raccolto la sua eredità, e ne hanno fatto un mezzo di comunicazione attuale, vario, agile, efficace, per seguire l’altro grande slogan di Giorgio Achermann: “Conoscere la natura per amarla e proteggerla”.


 
 

Gruppo Naturalistico della Brianza - 22035 Canzo (Co) casella postale 28 - Tel. e Fax 031 68 18 21 - E-mail: info@grupponaturalisticobrianza.it